Migliori tipi di carta per la stampa

Tipologie di carta per la stampa

Esistono moltissime tipologie di carta per la stampa, ognuna con caratteristiche specifiche. Definire a priori quali siano i migliori è impossibile, ciò che si può fare è selezionare la tipologia più adeguata al proprio caso. 

Se siete alla ricerca della carta giusta e non sapete da dove cominciare, ecco alcune domande utili: 

  • A cosa mi serve il prodotto che devo stampare?
  • Come desidero che venga percepito?
  • A chi si rivolge? 

Queste riflessioni richiedono un piccolo investimento iniziale di tempo, ma si tratta di uno sacrificio che permetterà di avere un prodotto di cui essere soddisfatti al 100%. 

Le carte più utilizzate

Innanzitutto, le carte più diffuse nella stampa commerciale si dividono in due categorie: patinate e uso mano

All’interno del primo gruppo troviamo sia patinate lucide che patinate opache, entrambe frequentemente scelte per stampati di uso quotidiano (ad esempio depliant, volantini, flyer). Spesso, al supporto cartaceo di base vengono applicate delle nobilitazioni, perché la sobrietà di questo tipo di carta si presta bene a “giochi di contrasto e di intreccio” tra lucido e opaco. 

Le carte patinate lucide vengono utilizzate per volantini di uso comune, depliant leggeri, opuscoli  nei quali si desideri indirizzare l’attenzione del cliente su determinati dettagli. 

Le carte patinate opache sono caratterizzate da eleganza e armoniosità, e si accompagnano bene a stampati di una certa caratura (ad esempio cataloghi, listini prezzi con molte pagine) e a prodotti di presentazione (ad esempio opuscoli, brochure, depliant per singoli prodotti o servizi). 

Le carte uso mano

Passiamo ora alla seconda categoria, le carte uso mano: oltre ad essere indicate per i prodotti d’ufficio (ad esempio carta intestata, buste, ecc.), possono essere un’ottima scelta anche per libri narrativi, saggi, cataloghi in cui il focus sia più sui contenuti verbali che sulle immagini. La carta uso mano garantisce un effetto raffinato e naturale, al punto che a volte viene scelta come copertina per un risultato d’impatto e distintivo

La scelta del tipo di carta

Per concludere, scegliere un tipo di carta è come scegliere un bel vestito: nel processo entrano  diverse variabili tra cui l’obiettivo, il contesto d’uso, lo stile personale e il gusto. Viste le innumerevoli soluzioni, rivolgersi a un esperto per una consulenza è una scelta dai molti vantaggi: permette infatti di velocizzare i tempi, individuare i materiali più innovativi, trovare i migliori prezzi mantenendo la qualità. 

Per maggiori informazioni su questo argomento, chiedi qui.

Seguici e condivi sui canali social:

Articoli recenti

Credits by Grafiche Callegaro