Le rilegature più adatte per cataloghi

Rilegature per cataloghi, quali scegliere

Il tutto è maggiore della somma delle parti”(cit.): lo sanno bene anche gli stampatori, quando sfornano dalle macchine i fascicoli e li adagiano con cura sui bancali.

Quelle pagine sono in potenza il libro o il catalogo che stiamo aspettando, manca solo l’ultimo passaggio: la rilegatura, che mette insieme tutte le componenti e conferisce al prodotto l’aspetto con cui l’abbiamo immaginato. 

“Rilegare” significa confezionare uno stampato, assemblando i fogli o le segnature e applicando una copertina.

Esistono molte possibilità di rilegatura, ognuna con caratteristiche specifiche che si adeguano meglio a certi stampati piuttosto che ad altri. 

Di seguito descriviamo brevemente le 4 categorie di rilegatura più utilizzate, per una scelta più mirata rispetto alle vostre esigenze: 

1) Punto metallico

Un grande classico. Si tratta di una pinzatura metallica semplice, eseguita sul dorso dello stampato. Viene scelta per quasi tutti gli opuscoli sui quali non si può optare per la brossura (ad esempio, per limiti di spessore) o per una precisa preferenza del cliente. È funzionale ed economica.  

Molto spesso, viene abbinata ad una copertina plastificata per fornire resistenza e tenuta.  

Non c’è un numero minimo di pagine per poterla utilizzare, si valuta di caso in caso osservando la grammatura e la tipologia di carta impiegata. 

2) Punto Omega 

Si chiama così perché la sua caratteristica forma ad occhiello richiama l’omega, l’ultima lettera dell’alfabeto greco. Anche qui, i punti sono di materiale metallico e vengono posti sul dorso del prodotto. 

È una lavorazione specifica, che serve a poter inserire successivamente l’opuscolo o il depliant in un raccoglitore ad anelli. 

3) A spirale 

Copertina e blocco pagine vengono forati a margine, successivamente viene inserita una spirale metallica o di plastica a sezione cilindrica. Si tratta di una rilegatura particolare che consente di aprire agevolmente il documento fino a 360°, facilitandone la consultazione senza rinunciare all’estetica. Inoltre, è possibile personalizzare il prodotto in modo creativo, ad esempio scegliendo un colore insolito per la spirale.

Questa è la tecnica privilegiata per calendari da tavolo o da muro, ma si presta bene anche ad altri tipi di stampato per il suo effetto friendly e la sua praticità

4) Brossura (cucita o fresata) 

Questa è una rilegatura per stampati importanti come libri o grossi cataloghi, e per approfondire vi rimandiamo all’articolo ad essa dedicato (clicca qui). 

Richiesta informazioni o preventivi per stampa cataloghi

Speriamo di aver chiarito qualche dubbio e aver fornito informazioni utili su questa importante fase di lavorazione. Per ulteriori chiarimenti, compila il form.

Forniamo il servizio di stampa solo per aziende o partita IVA.

Seguici e condivi sui canali social:

Articoli recenti

Credits by Grafiche Callegaro